Penciclopedia

Se la penna vi interessa più della spada

Il caricamento misterioso del Cav. Simoni

Scritto il 14 Dicembre, 2010 | da | 2 Comments

Con la scannerizzazione dei documenti brevettuali e la loro indicizzazione, sono state rese disponibili per chi si interessa alla storia della stilografica una gran quantità di informazioni interessanti, che talvolta, come nel caso della relazione Columbus-Swan già vista in precedenza, portano pure a delle sorprese.

Una seconda sorpresa, almeno per me, è uscita dalla ricerca effettuata sul database dei brevetti registrati negli Stati Uniti sul nome del cav. Armando Simoni. Risultano infatti due brevetti, uno del 1951, più noto, per il particolarissimo e geniale pennino della 361, ed uno del 1930, n. 1784078, assolutamente sconosciuto, per un originale meccanismo di caricamento, dalle caratteristiche simili ad un pulsante di fondo.

Brevetto Armando Simoni

Brevetto di sistema di caricamento

Il meccanismo è piuttosto complesso e sembra davvero interessante. Come nel caso del sistema a pulsante di fondo lo scopo del nuovo meccanismo sembra quello di voler evitare la apertura laterale della levetta. A differenza del pulsante di fondo però in questo caso la compressione è realizzata dalla rotazione di un pomello, a cui si accede rimuovendo il fondello della penna. Detta rotazione provoca la compressione del sacchetto grazie allo spostamento di una leva mossa da un eccentrico manovrato dal pomello.

Benché potesse costituire una interessante alternativa sia alla levetta che al normale pulsante di fondo, per quel quanto ne so questo sistema di caricamento non risulta essere mai stato adottato su nessun modello prodotto dell’azienda. Può darsi si tratti di una delle innumerevoli invenzioni che non hanno avuto un seguito, ma mi pare strano che l’azienda vi abbia rinunciato, visto lo sforzo fatto per depositare il brevetto negli Stati Uniti.

Nella speranza che qualcuno più addentro di me alla storia della Omas possa chiarire l’arcano, resteremo, come per mille altre cose,  col dubbio sulle origini e la fine di questo brevetto.

Comments

2 Responses to “Il caricamento misterioso del Cav. Simoni”

  1. fabbale
    Dicembre 16th, 2010 @ 09:01

    Molto interessante questo ritrovato Simone. Per quello che capisco io di “ingegneria” forse sarebbe stato anche meglio del classico bottone perchè evitava la tensione che viene sempre scaricata premendo il bottone. Se questo ho capito come funziona, la leva si piegava girando il pomello, confermi?
    Grazie

  2. piccardi
    Dicembre 18th, 2010 @ 20:45

    Devo dire che il meccanismo è abbastanza complicato per cui sì da una parte si evita la tensione della barra ad I usata con il classico pulsante di fondo, ma dall’altra non saprei giudicare ad occhio la robustezza meccanica del tutto. Comunque sì l’idea di base è che il caricamento si effettuasse girando il pomello.

    Simone

Leave a Reply





  • Calendario

    Novembre: 2019
    L M M G V S D
    « Ott    
     123
    45678910
    11121314151617
    18192021222324
    252627282930  
  • Random Image

    img_5152 Bologna2014-21 Roma2015-43 bologna-05
  • Meta

  • Tag Cloud

  • Pagine

  • Ringraziamenti

    Si ringrazia Truelite Srl, azienda specializzata in consulenza, formazione e sviluppo su Linux e software libero, per l'ospitalità fornita al sito.
  • Licenza

    Blog sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License
    Creative Commons License