Penciclopedia

Se la penna vi interessa più della spada

Kaweco AC Sport

Scritto il 8 Novembre, 2011 | da | 1 Comment

La Kaweco, fondata ad Heidelberg nel 1883, è una delle più antiche aziende tedesche attiva nella produzione di stilografiche (il cui inizio viene fatto risalire al 1892) superata per anzianità soltanto dalla Soennecken.

Benché la Kaweco sia poco conosciuta nel panorama italiano, dove si sente parlare quasi esclusivamente di Pelikan e Montblanc, l’azienda ha una storia molto interessante e travagliata, che vede l’acquisizione di un produttore di pennini americano, un fallimento nel 1929 per l’incapacità di adeguarsi all’uso di nuovi materiali, l’incorporazione e la rinascita in seno ad una concorrente produttrice di modelli economici, fino alla definitiva chiusura nel 1981.

Nel 1995 però il marchio e tutti gli assetti restanti della Kaweco sono stati rilevata da una nuova azienda (gestita da un appassionato collezionista della ditta originale) ed è stata ripresa la riedizione dei modelli storici dell’azienda.

Fra questi probabilmente il più famoso è il modello Sport, nato nel 1935, caratterizzato da una sezione ottagonale e dalla particolare costruzione costituita da un cappuccio molto lungo che si avvita sulla parte terminale del corpo, per far sì che la penna risulti da chiusa molto corta (inferiore ai 10 cm). Il modello veniva venduto abbinato ad una matita meccanica delle stesse dimensioni in una confezione di pelle da portare in tasca.

Nonostante la sua dimensione estremamente ridotta da chiusa, montando il cappuccio sul fondello della penna la lunghezza diventa normale e la penna risultava pertanto molto comoda da usare pur occupando uno spazio ridotto ed essendo molto facile da trasportare in giro. Per questo motivo veniva pubblicizzata come penna per gli sportivi ed ottenne un notevole successo.

Kaweco AC Sport Nera

Una Kaweco AC Sport Nera

Da allora l’idea di una penna di dimensioni compatte, che con il cappuccio calzato assumesse dimensioni normali, è stata ripresa molte volte, e benché esistano vari esempi dello stesso concetto anche da parte di altri produttori, la Sport viene considerata come il modello più significativo ad aver adottato questa soluzione.

La riedizione moderna che prendiamo in considerazione in questa recensione ripropone una penna che ricalca abbastanza da vicino le linee originali (ed in particolare la sezione ottagonale del cappuccio), con una forte innovazione dei materiali, con il passaggio dalla celluloide ad una robustissima costruzione in alluminio satinato e fibra di carbonio. La penna è disponibile in due colori, il nero della figura precedente, ed il rosso con inserti neri.

La costruzione è di ottima qualità e la penna risulta molto robusta e ben rifinita. L’uso degli inserti in fibra di carbonio rende la linea più moderna. Il caricamento è a cartuccia/converter come la gran parte delle penne moderne (un passo indietro però rispetto allo stantuffo usato sulle versioni antiche). Il pennino è in acciaio, ed il medio provato si è dimostrato estremamente scorrevole e con un flusso equilibrato tendente all’abbondante.

Esempio di scrittura Kaweco AC Sport

Esempio di scrittura Kaweco Sport

La penna ovviamente per essere ben equilibrata deve essere usata con cappuccio calzato, ma si riesce a scrivere decentemente anche senza. Come accennato la scrittura è scorrevolissima, se ne è riportato un esempio nella figura precedente. Alla fine la penna risulta assolutamente pratica e funzionale, e visto i materiali sicuramente molto più pregiati rispetto alle solite plastiche delle penne di fascia equivalente, viene proposta ad un prezzo competitivo.

Concludo col solito rituale dei voti, che come sempre altro non sono che un tentativo di espressione in numeri dei gusti dello scrivente, e pertanto assolutamente opinabili:

  • aspetto: 8.0 (linea semplice, ottime finiture)
  • scrittura: 8.5  (comoda e  scorrevolissima)
  • sistema di caricamento: 6 (ordinario cartuccia/converter)
  • qualità/prezzo: 9 (molto buono visto i materiali impiegati)

In sostanza una penna di buona qualità con un prezzo onesto e molto pratica, adattissima all’uso quotidiano.

Si ringraziano gli amici della Casa della Stilografica per aver messo a disposizione l’esemplare della penna con cui sono state eseguite le prove di scrittura e per aver fornito la fotografia usata nell’articolo.

Comments

One Response to “Kaweco AC Sport”

  1. Recensione Kaweco Lilliput | Penciclopedia
    Aprile 6th, 2012 @ 15:03

    […] risultati ottenuti, già apprezzati per la riedizione della Kaweco Sport presa in esame in precedenza, sono interessanti anche per un altro modello, la Lilliput, una penna di piccolissime dimensioni […]

Leave a Reply





  • Calendario

    Giugno: 2019
    L M M G V S D
    « Apr    
     12
    3456789
    10111213141516
    17181920212223
    24252627282930
  • Random Image

    imag0273 Milano2016-32 Milano2017-54 Colonia2017-47
  • Meta

  • Tag Cloud